PRONTO ESTATE BLOG

La Costa dei Saraceni e le sue spiagge mozzafiato

Da Punta Alice a Le Castella: un viaggio epico attraverso le 6 spiagge di Crotone

Costa dei Saraceni Crotone Calabria

Non vi sono dubbi, la Calabria ti fa emozionare, è fatta di tanti posti dove ammirare le bellezze naturali e no, ma anche dove si raccontano storie, si celebrano tradizioni e si degusta la variegata enogastronomia.

Abbiamo parlato della Costa degli Dei, abbiamo parlato della Costa Viola e della Riviera dei Cedri, per quanto riguarda il lato tirrenico della Calabria.

Per quanto riguarda la parte ionica, ci sono altre coste da non perdersi, come le belle Riviera dei Gelsomini e la Costa degli Aranci.

Ma vi sono altre 2 coste, molto suggestive e molto antiche, la Costa degli Achei e la Costa dei Saraceni. Entrambe nella parte ionica e nord della Calabria. La prima si trova in provincia di Cosenza, a ridosso del massiccio del Pollino e al confine con la Basilicata, mentre la seconda in provincia di Crotone.

Questa volta ci concentriamo su quest’ultima, una parte di costa davvero caratteristica che si estende per circa 50 km, incastonata tra due corsi d’acqua, tra il fiume Nicà e il fiume Tacina, nella zona di Steccato di Cutro, passando per Isola Capo Rizzuto.

Qui, dove per un effetto ottico, si possono ammirare sia l’alba che il tramonto sul mare (anche se in verità il tramonto avviene sul lato delle montagne), presenta uno spettacolo senza eguali, dove si possono trovare spiagge dalla sabbia bianca, passando per il color avorio e finendo con sabbia dal colore dorato-rossastro.

Ecco quindi pronti a partire alla scoperta di questa parte di Calabria, davvero antica e mozzafiato!

Vediamo in dettaglio le 6 meravigliose spiagge della Costa dei Saraceni, dove troverai posti che neanche immagini!

 

  1. Cirò Marina

La spiaggia di Cirò Marina, si presenta con l’arenile ampio e con sabbia fine, alternata a ghiaia. Questa spiaggia – come del resto quasi tutte – è adatta alle famiglie e possiede il riconoscimento della Bandiera Verde, poiché il fondale marino non è subito molto profondo, ma è digradante e di una meravigliosa colorazione che va dal turchese al blu cobalto e sono presenti numerose strutture ricettive, con attrezzature balneari. Ricordiamo inoltre, che Cirò Marina è una città di origine greca, conosciuta con l’antico nome di “Krimisa”, oltre ad essere patria di vigneti a ridosso del mare e dell’ottimo vino che potrai degustare, ad esempio, presso la Tenuta Iuzzolini.

Uno dei tratti di costa più suggestivi e pazzeschi è senz’altro Punta Alice, la spiaggia più famosa del territorio! Punta Alice è una spiaggia dalle note tropicali, sabbia bianca e fine e fa parte del promontorio che determina l’inizio del grande Golfo di Taranto. Dirimpettaia della pugliese Santa Maria di Leuca, qui, è presente anche un bellissimo faro, inoltre, questo è un luogo ideale dove praticare snorkeling e immersioni subacquee. Il mare è cristallino e dalle sfumature blu e offre dei fondali magnifici e non molto profondi, almeno non immediatamente. Inoltre, è una zona davvero interessante grazie anche alla vicina zona archeologica.

La Spiaggia della Madonna di Mare, deve il suo nome al Santuario che sorge esattamente alle sue spalle e che è dedicato alla Madonna dai pescatori locali. È una spiaggia anch’essa dalla sabbia fine, ma di colore rossastro e che si mescola a ciottoli, in più vi sono alcuni piccoli promontori di argilla rossa. Respirate la brezza carica di iodio e immergetevi nelle sue acque cristalline, i fondali sono bassi e digradano dolcemente, inoltre, la spiaggia è stata premiata più volte con la prestigiosa Bandiera Blu proprio per la purezza delle sue acque. Se siete in cerca di una spiaggia selvaggia, questo è il posto giusto! Una spiaggia libera, che vi permetterà di essere tutt’uno con la natura marina, grazie all’assenza di stabilimenti, anche se non molto lontano troviamo alcuni ristoranti. A ridosso della spiaggia si trova una piccola porzione di macchia mediterranea, che va ad alternarsi ad aree coltivate, è qui che troviamo soprattutto vigneti, che danno vita all’ottimo vino di cui, come già detto, Cirò ne è la patria. Ma non finisce qui! Perché da questa spiaggia è possibile avvistare quel faro della vicina Punta Alice e anche le due torri di Cirò Marina, ovvero, la Torre Nuova e la Torre Vecchia.

 

Occorre, a questo punto, un attimo discostarsi dalle spiagge, perché è importante anche sapere che qui vi sono tantissimi punti di interesse e senza dover andare molto lontano! Infatti, vi consigliamo un bel giro attraverso la storia, dove è possibile visitare i Mercati Saraceni, un tempo adibiti a mercato e a magazzini per la conservazione delle merci, oggi invece sede di eventi culturali, con una vista imperdibile su panorami e tramonti davvero suggestivi, i resti del grande tempio dorico dedicato ad Apollo Aleo, dall'eroe tessalo Filottete, che secondo leggenda, qui consacrò le sue frecce ad Ercole, poi ancora il museo archeologico, ma anche la stessa Cirò, senza tralasciare il non molto lontano paese di Umbriatico.

Detto ciò, continuiamo il nostro viaggio verso sud, perché le meraviglie non sono finite.

 

2. Torre Melissa

La Spiaggia di Torre Melissa, nel comune di Melissa, si presenta come un altro angolo di paradiso. La sua spiaggia è una stretta lingua di sabbia chiara mista a ghiaia e anche questo tratto di mare va dalle sfumature verdi al blu. Sono presenti scogliere che riescono a garantire acque calme e fondali marini digradanti che permettono, anche in questo caso di far nuotare anche i più piccoli.

Una curiosità sul posto: Il nome di Torre Melissa è legato alla presenza della Torre Aragonese, che consigliamo assolutamente di visitare, collocata a sud del centro abitato. La Torre altro non è che la residenza estiva dei conti Campitelli.

 

3. Marina di Strongoli

Spingendoci ancora più a sud, avvicinandoci al capoluogo Crotone, incontriamo Marina di Strongoli che offre anche due spiagge davvero caratteristiche: Spiaggia del Pantano e Spiaggia di Santa Focà. Si tratta di una località balneare molto nota per il suo borgo antico – Strongoli – di cui vi consigliamo una visita del centro storico e del Santuario di Vergadoro oltre allo splendido mare da cui è circondata. La sua spiaggia offre un ampio arenile ed è composto da sabbia fine e color avorio.

La spiaggia del Pantano è situata non molto lontano dalla foce del fiume Neto che la separa dal territorio di Crotone ed è una località davvero interessante dal punto di vista naturalistico. Infatti, insieme alla spiaggia di Santa Focà, presenta una grande vegetazione rigogliosa e ricca di macchia mediterranea. Insomma, un tratto di costa dalle sfumature selvagge. Entrambe le spiagge, sempre dalla sabbia fine e color avorio, si collocano all’interno della Valle del Neto.

 

4. Crotone

Considerata la “Perla della Magna Grecia” è anche la città del filosofo Pitagora, ed è stato per lungo tempo il punto di riferimento per l’antico periodo greco. Tra le spiagge più belle, vi è la Spiaggia di Scifo (conosciuta anche come Spiaggia di Torre Scifo o Spiaggia di Punta Scifo) e fa parte delle meravigliose spiagge e calette che si trovano a ridosso di Isola di Capo Rizzuto, precisamente a Capo Colonna. La spiaggia non è molto grande ed è composta quasi interamente da sabbia, tranne ai lati, dove vi sono piccole scogliere facenti parte dell’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto. Qui sarà meraviglioso fare il bagno, soprattutto per gli amanti delle immersioni subacquee e dello snorkeling.

Altra curiosità: La spiaggia, così come l’intera area, deve il suo nome alla Torre di Scifo. Si tratta di un’imponente fortificazione costruita nel XVI secolo per difendere le coste calabresi dagli attacchi saraceni.

 

Come già accennato, siamo nel cuore della storia ellenistica che ha cambiato il volto della Calabria e non solo. Tra Capo Colonna con il tempio di Hera Licinia e il castello Aragonese di Isola Capo Rizzuto, il Duomo di Crotone, il Museo Archeologico, c’è l’imbarazzo della scelta su cosa visitare! - Puoi approfondire CLICCANDO QUI

 

5. Isola Capo Rizzuto

Ci troviamo tra Capo Colonna e Le Castella, che viene incorniciato della già citata Area Marina Protetta di Capo Rizzuto. Qui, cambia ancora il colore della sua sabbia fine, che tende nuovamente al rossastro. Il tratto di mare è stretto e lungo e composto anche da scogliere sulle quali potersi sdraiare per potersi godere questa favolosa località. Anche questa spiaggia è stata più volte premiata con la Bandiera Verde ed è nelle vicinanze che si trovano diverse strutture ricettive. La zona di Capo Rizzuto presenta altre spiagge spettacolari, infatti, vi è la spiaggia Le Castella, Le Cannella, la Spiaggia Rossa, Spiaggia di Capopiccolo e la Spiaggia dei Gigli.

Nel dettaglio, parliamo di un posto davvero meraviglioso, impreziosito dal Castello Aragonese, posizionato sul mare, che fungeva da fortezza militare contro i nemici. Si narra che anche Annibale vi si accampò qui. Sabbia fine e rossa, crea un contrasto mozzafiato con il cristallino turchese del mare. È una spiaggia facilmente raggiungibile ed è facile imbattersi nell’abbondante fauna marina che vive fra gli scogli. Spiaggia non molto grande ma abbastanza lunga, è ben attrezzata e regala dei fondali anche qui non molto profondi, riuscendo a creare quell’atmosfera antica dalle vibrazioni orientali! Sarà forse per il colore delle spiagge. Anche in questo caso, puoi approfondire la storia CLICCANDO QUI

Bene, siamo quasi giunti al termine del nostro viaggio coast to coast, che va a culminare con Steccato di Cutro.

 

6. Steccato di Cutro

Siete in cerca di una spiaggia ampia ma anche sportiva? Questa è quella che fa per voi! La spiaggia di Steccato di Cutro è baciata da un mare meraviglioso con sabbia dorata, l’arenile è ampio e quasi del tutto libero, inoltre è una zona aperta che viene esposta sia da venti meridionali che settentrionali, incoraggiando gli amanti del kitesurf e del windsurf a scegliere proprio questa spiaggia.

 

Spiaggia bonus

Meritevole di menzione, è sicuramente la Spiaggia (urbana) di Torretta di Crucoli - una delle primissime spiagge a nord della Costa dei Saraceni – è ben attrezzata e costeggiata dal lungomare cittadino. Non vi sono stabilimenti balneari, ma vi è la possibilità di affittare ombrelloni.

Curiosità gastronomica: il piccolo paese è noto soprattutto per la produzione della “sardella” – una sorta di caviale spalmabile a base di sarda e peperoncino.

 

Vi abbiamo convinti a scegliere anche questa parte della nostra variegata regione? Una Calabria Travel Experience del genere non potrete viverla altrove. Ma si sa, la Calabria è tante cose e riesce a far innamorare chiunque la visiti, spingendo sempre più persone a sceglierla tra le tante bellezze italiane.

 

- Fotografie a cura di Alessandro Sorrentino (IG: @sorro_91), fotografia di Punta Alice fonte: web -

 

Pronto ESTATE Social


    

 

Condividi su
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Sfoglia online l'Edizione 2021 di Pronto Estate
HAI UNA STRUTTURA E VUOI COMPARIRE QUI SU PRONTOESTATE? CONTATTA UN NOSTRO AGENTE